Il Regolamento Intermediari Consob, adottato nel 2018 con la delibera n. 20307, prescrive una serie di attività finalizzate a valutare le conoscenze e le competenze degli intermediari finanziari nel proprio ambito di riferimento. Ma in che cosa consistono tali iniziative di formazione Consob per intermediari finanziari?

Innanzitutto, come ci evidenzia il sito internet http://www.ivassconsobacademy.it/, occorre rammentare che la formazione per gli intermediari finanziari prevede, in seguito al recepimento della MiFID 2 e delle linee guida ESMA, la necessità di dotare l’intermediario di una conoscenza formativa di base che possa essere destinata a tutti coloro i quali si stanno avvicinando all’attività di consulenza su prodotti e su servizi di investimento. La formazione, da effettuarsi sia in aula che online, ha come obiettivo quello di preparare l’intermediario al test finale, e si concretizza generalmente con una formazione quantificabile in 60 ore, con materie e approcci rispondenti agli orientamenti dell’ESMA.

Ma non solo! Il Regolamento Intermediari Consob prevede altresì non solamente la necessità di prevedere della formazione per i nuovi addetti alla consulenza finanziaria, quanto anche un monitoraggio attento delle competenze. Il monitoraggio, prescrive ancora la Consob, dovrà essere effettuato con una periodicità almeno annuale, ed è finalizzato a verificare il mantenimento dei requisiti professionali di coloro che prestano servizi di consulenza su prodotti e su servizi di investimento. Importante, in questo caso, è la collaborazione attiva delle aziende, che periodicamente devono fornire indicazioni oggettive sulle qualità delle proprie rete di consulenti.

Chiarito ciò, e al netto delle novità che volta per volta potrebbero impattare sulla normativa e sui modelli di servizio, l’aggiornamento deve essere ponderato sulla base del livello professionale del destinatario e della natura dell’attività svolta. Concretamente, ci si orienta verso nuovi piani di formazione della durata di 30 ore annue.

Ricordiamo altresì che, per tutti coloro che non sono attualmente e immediatamente abilitati alla prestazione dei servizi di consulenza, è necessario provvedere a un periodo di affiancamento da parte di un soggetto in possesso dei requisiti. Ecco perché sono in sviluppo strumenti e iniziative che possano rendere più semplice l’attività di tutorship a supporto dei futuri intermediari e nell’interesse della fornitura del miglior servizio al cliente finale.

Ma quali sono gli argomenti e le aree formative su cui si orienta la formazione Consob per intermediari finanziari?

Evidentemente, l’elenco dei potenziali temi di riferimento è davvero molto esteso. Si pensi, per esempio, all’analisi degli scenari e delle previsioni di investimento, alle regole e ai comportamenti, o ancora alle caratteristiche degli strumenti finanziari. Costituiscono inoltre ricorrenti approfondimenti normativi quelli legati all’informativa alla clientela, alla valutazione degli investimenti, alla gestione del portafoglio.

In tale recinto formativo non è ovviamente possibile individuare un’area tematica che sia più importante delle altre. Tuttavia, appare chiaro che una base di partenza non possa che essere rappresentata dallo studio delle regole e del materiale normativo di base, che possa permettere al soggetto che sta ricevendo la formazione di poter approfondire concetti – chiave come antiriciclaggio, anti usura, collocamento e raccolta ordini, contrasto al riciclaggio e al finanziamento del terrorismo, Gdpr, gestione dei reclami, normativa FATCA, tutela del consumatore, market abuse, tutela del consumatore, e così via.

Come si può facilmente evincere, si tratta di argomenti fondamentali e molto importanti non solamente per poter migliorare le proprie conoscenze ai fini del rispetto della normativa nazionale e internazionale, quanto anche – e soprattutto – per poter dare al cliente un servizio maggiormente in grado di tutelare i propri interessi. Anche per questo motivo è fondamentale affidare le proprie esigenze di formazione solamente a un formatore esperto e qualificato, che possa contribuire al miglioramento del proprio know-how con la propria competenza e conoscenza approfondita, specifica e aggiornata con le ultime novità.