Tra le tante motivazioni che spingono molti italiani a recarsi a Praga c’è sicuramente la possibilità di frequentare la vita notturna di questa città che, come ci rammentano gli esperti di www.gnoccatravels.com, difficilmente incontra termini di riferimento e di paragone in ambito europeo.

Tuttavia, tra un locale e l’altro, puoi approfittare del tuo soggiorno a Praga per poter vedere alcune delle migliori attrazioni di questa bellissima città. Ma quali?

Il Castello di Praga

Non possiamo non cominciare dal Castello di Praga che, per la maggior parte dei viaggiatori, rappresenta il punto focale di una visita nella Repubblica Ceca. Posto nel quartiere Hradčany, risalente alla fine del X secolo, il Castello di Praga è stato per secoli il centro della storia dell’Europa orientale e un tempo ha ospitato i Santi Imperatori Romani, gli Asburgo, i Re boemi e, più recentemente, il presidente della Repubblica Ceca.

Nel corso dei suoi 1000 anni di storia, il castello – che è il più grande del mondo in termini di superficie! – ha subito numerosi cambiamenti architettonici, come testimoniano i numerosi edifici costruiti all’interno delle sue mura nel corso dei secoli. Tra le attrazioni principali vi sono la bellissima Cattedrale di San Vito, la Basilica di San Giorgio, la Torre delle Polveri e il Vicolo d’Oro con le sue botteghe medievali.

Il Ponte Carlo di Praga

È impossibile visitare Praga senza prendersi il tempo di attraversare il più importante passaggio fluviale della città, lo spettacolare Ponte Carlo. Questa famosa struttura, che attraversa il fiume Moldava, fu costruita nel 1357 e presenta molti punti di interesse unici lungo la sua campata di 520 metri, tra cui le numerose e belle statue.

Il ponte è estremamente popolare tra i turisti, che immortalano le sue straordinarie vedute per avere un ricordo della visita in questa meravigliosa città.

La Cattedrale di San Vito

Parte integrante del complesso del Castello di Praga, la Cattedrale di San Vito include la tomba del santo più venerato del popolo ceco, San Venceslao. La cattedrale ha una lunga storia, che inizia nel lontano 925, quando il principe Venceslao vi costruì una cappella. L’edificio crebbe di pari passo con l’importanza di Praga e divenne presto una basilica dopo l’istituzione del vescovado praghese.

Tra il 1344 e il 1419 ci fu un altro periodo di espansione graduale, durante il quale iniziò la sua trasformazione in cattedrale gotica. La costruzione e le riparazioni sono poi riprese verso la fine del XVIII secolo, con l’aggiunta di elementi neogotici. Tra i punti salienti vi sono le porte in bronzo ornate di rilievi della storia della cattedrale, le vetrate ornate delle cappelle e il Mausoleo Reale.

Qui è altresì possibile vedere gli storici murales, rappresentazioni originali del XIV secolo delle stazioni della Via Crucis, e scene che rappresentano la vita di San Venceslao.

Speriamo, con questi spunti, di aver arricchito di piacevoli motivazioni le ragioni che meritano una bella visita in questa straordinaria città ceca. Buon viaggio!